terremotor.it

Il portale del motociclismo italiano

  • Increase font size
  • Default font size
  • Decrease font size
News

Vita da Motociclista

E-mail PDF

 

La bevanda del Centauro è il Chinotto!


Immagine

Quando in estate la tuta in pelle cuoce le prestanti membra del motociclista domenicale e la magica arsura moltiplica per cento il grip delle gomme e per mille la temperatura corporea, il centauro italico ha un solo obiettivo nella testa: riuscire a varcare vivo la soglia del primo bar! Le rare volte che tale missione riesce, la bocca dello sciagurato motociclista sibila una flebile preghiera verso il barista di turno: “Per favore, mi farebbe la gentilezza di versarmi un bicchiere di Chinotto fresco, magari con tre cubetti di ghiaccio ed una scorzettina di limone”. Per poi svenire comodamente sulla seggiola più vicina. Ebbene si, la maggior parte degli utenti di TerreMotor ha eletto il Chinotto bibita per eccellenza del motociclista.

Dopo le vittorie di Ducati in MotoGp ed SBK e le grandi performance di Aprilia all’anno di debutto nel campionato, tutti eventi che hanno minato le certezze di supremazia nipponica in fatto di sportività a due ruote, anche i colossi americani delle bibite inizieranno a vacillare alla notizia che un prodotto italico sta scalando i gradimenti dei consumatori. Al motto di “l’altro modo di guidare scuro”, vedremo riempirsi le strade di motociclisti intutati di nero, con grandi numeri OTTO dipinti su carene anch’esse nere e magari anche numerose stelle rosse distribuite nelle livree, per coloro che si fregeranno dello sponsor. Sarà una vera rivoluzione. Addio bibite dolciastre e stucchevoli. Addio babbi natali rossi, striati di bianco, che vorrebbero cantare insieme a noi in magica armonia. Addio sconfitte alla sete per ripartire di slancio. Addio thé variopinti ai sapori improbabili, dati in cambio di foto da piccoli. A voi toccherà l’oblio!

Forse è solo un semplice delirio dovuto al caldo ed alla mancanza di liquindi. Meglio andare a bere.
Un Chinotto.

 


Page 5 of 10